Come risparmiare con le macchine di caffè a cialde Pagoda

Questa è innegabilmente l’epoca dell’usa e getta: tutti gli oggetti che ci circondano, ormai sembrano essere fatti per durare poco, quasi che tutto abbia irrimediabilmente una data di scadenza. Eppure, gli strumenti per sistemare, anziché buttare ci sono e, spesso, gli interventi in cui dobbiamo cimentarci per portare le nostre care cose allo splendore di un tempo, non sono nemmeno di alta precisione, né necessitano di lauree specialistiche.

Prendiamo, ad esempio, le macchine da caffè a cialde: sono articoli che ci accompagnano quotidianamente: una buona tazza di espresso fumante è il modo migliore per iniziare la giornata e per concludere i pasti. Queste macchinette, spesso dall’aria accattivante e dalle dimensioni compatte subiscono il logorio costante di alte pressioni e temperature (necessarie per un buon risultato); capita, quindi, che si rompano. L’istinto, forse, sarebbe quello di buttarle in discarica e acquistare il modello più nuovo, più avanzato. Se possedete una Didiesse Pagoda, vi invitiamo a fermarvi e a continuare a leggere: i trucchi per allungarle la vita sono tanti, facili e veloci.

Prima di tutto, trattatela con cura: primo nemico di tutte le macchine di caffè e, quindi, anche della vostra Pagoda è il calcare. Cercate di tenerla pulita (c’è chi utilizza acqua in bottiglia, per evitare gli eccessi di minerale sedimentato, sostenendo che venga “più leggero” anche il caffè) in commercio esistono molteplici kit per la decalcificazione, molto utili in questi casi che agiscono bene contro il calcare senza rovinare il serbatoio e le altre parti che entrano in contatto con l’acqua. Di solito, utilizzare questi preparati non comprende operazioni complesse, ma ne esistono vari modelli e, per questo, vi consigliamo di leggere attentamente i vari manuali d’istruzione.

Per gli amanti del caffè, il secondo grande nemico alla tazzina perfetta è, innegabilmente, l’usura. Essendo composta di molte parti meccaniche, elettriche o elettroniche, la vostra Didiesse Pagoda è soggetta al passaggio del tempo. In vostro soccorso, però, arrivano i molteplici pezzi di ricambio. Cominciamo dalla parte che, maggiormente, abbiamo per le mani: la leva in plastica per l’inserimento delle capsule nella macchina di caffè Pagoda. Quanti caffè facciamo al giorno, in famiglia? Considerate che ogni volta ne prepariamo uno, la leva entra in funzione due volte. Esistono parti nuove e facilmente sostituibili che vi aiuteranno nella manutenzione corretta. Altro punto delicato sono i tasti di accensione e spegnimento (interruttore arancio e interruttore rosso): non servirà essere degli elettricisti per sostituirli e rimettere a nuovo la vostra Didiesse Pagoda.

Infine, oltre alla resistenza a U 500W 230V facilmente reperibile on-line, ci sono varie guarnizioni utili a sistemare alcuni fra i più frequenti problemi cui la macchina di caffè può andare incontro. L’Or termoblocco per il coperchio e quello del siluro sono altre piccole componenti che, sostituite, vi permetteranno di non cassare la vostra macchina di caffè a cialde didiesse Pagoda, ma di continuare ad usarla in serenità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *