Risolvere problematiche lavorative con le costellazioni organizzative

Il lavoro è chiaramente una fonte di sostentamento ma la verità è che osservando la questione da una visuale più ampia risulta che lo svolgimento di un’attività lavorativa serve all’individuo anche per raggiungere il quarto gradino della piramide dei bisogni corrispondente alle voci di autostima e senso di realizzazione.

Nel momento in cui uno o più agenti interni o esterni intaccano il normale svolgimento delle nostre attività possono verificarsi degli scompensi tali da influenzare il nostro stato d’animo, la nostra sicurezza e quindi, inseminare degli stati di tensione duraturi nel tempo e suscettibili di degenerare in qualcosa di patologico.

 

Introspezione

 

Risolvere i problemi della vita è un passaggio obbligato per tutti perchè tutti prima o poi ci ritroviamo coinvolti in certe dinamiche che funzionano da banco di prova per la nostra resistenza e forza di reazione.

Superare certe avversità contribuisce a temprare carattere e personalità.

Trovare una soluzione ad un’eventuale problematica lavorativa risulta di cocente importanza in quanto il lavoro viene considerato un importante parametro d’identificazione sociale oltre che un mezzo di misura per quantificare competenze ed abilità.

Il fatto che la nostra serenità lavorativa possa risultare minacciata da certi meccanismi che possono manifestarsi nel corso della nostra carriera produce uno stato di malessere diffuso in grado di andare a minare anche la nostra sfera più intima e privata.

 

Le costellazioni lavorative

 

	costellazioni lavorative bologna, torino, genovaIl metodo delle Costellazioni Organizzative è stato elaborato da Bert Hellinger e Gunthard Weber, psicologi di nazionalità tedesca, noti per l’impegno profuso nella ricerca di tecniche volte a risolvere situazioni di varia natura capaci di ostacolare il normale fluire della vita e quindi, ripristinare uno stato di armonia evidentemente compromesso.

Nella nostra società accade sempre più frequentemente che anche soggetti professionisti che dispongono di una grande padronanza in fatto di capacità manageriali e apparentemente dotati di grande controllo di se stessi, vivano come insormontabili certe difficoltà concernenti il piano umano e professionale.

Ciò non deve suscitare grande stupore perchè è proprio nei gruppi di lavoro, specie se di notevoli dimensioni, e nelle relazioni interpersonali che subentrano dei condizionamenti, per lo più taciti e silenti e talvolta ingestibili, che possono boicottare seriamente l’attività lavorativa.

La teoria delle costellazioni afferma che lo scenario in cui insorgono determinate dinamiche sociali è influenzato da retaggi culturali, sentimenti e destini inesorabili.

Per contrastare tali dinamiche che si ripetono nel tempo causando conseguenti blocchi energetici e irretimenti è necessario ricorrere alle costellazioni, meritevoli di riuscire a ripristinare l’equilibrio interiore.

Tale equilibrio può essere raggiunto solo ristabilendo l’armonia e assegnando ad ognuno un ruolo.

La costellazione deve cioè evolversi in un senso di maggiore comprensione e partecipazione collettiva.

Le costellazioni organizzative portano infatti alla luce squilibri profondi instauratisi all’interno dei gruppi di lavoro e incidono sulle relazioni e sulla percezione dei ruoli.

La tecnica delle costellazioni organizzative rappresenta quindi una soluzione strategica da implementare nelle realtà aziendali, specie se di grandi dimensioni al fine di creare e mantenere un clima di responsabilità, motivazione, benessere e armonia tra gli addetti ai lavori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *