Le fasi di un intervento di liposuzione

Nel mondo odierno, dove l’immagine la fa da protagonista, l’aspetto fisico è la maggiore preoccupazione di molte persone.

Per ottenere un fisico da copertina ci si dedica a una vita equilibrata dove alternare lo sport ad una dieta adeguata, ma molte volte questo può non bastare e a questo punto si ricorre a interventi di chirurgia estetica, tra cui, la liposuzione è uno di quelli più richiesti.

La liposuzione è un intervento chirurgico finalizzata a rimuovere con aspirazione mediante cannula il tessuto adiposo in eccesso, in modo da rimodellare il corpo e ottenere di nuovo il profilo desiderato.

 

Le fasi della liposuzione

 

Le fasi di un trattamento di liposcultura sono le seguenti:

 

La visita specialistica

È il momento fondamentale per verificare che l’intervento sia praticabile e sia indicato nel caso in esame.

Il futuro paziente descrive allo specialista i motivi per cui vuole effettuare tale intervento e definisce le zone del corpo da modellare e i risultati che vuole raggiungere.

Il chirurgo, invece, valuta prima l’idoneità del paziente, determinando la presenza di accumuli di grasso e che possegga l’adeguata elasticità per sostenere l’intervento. Inoltre, verifica lo stato di salute e prende in esame il peso e la massa corporea.

Una volta giudicato il paziente idoneo illustrerà le caratteristiche dell’intervento, soffermandosi sulle eventuali complicazioni e definendo le reali aspettative.

 

Preparazione pre-operatoria

liposuzione non riuscitaSi debbono effettuare esami del sangue e un elettrocardiogramma per accertarsi sulle condizioni di salute.

Inoltre, è di fondamentale importanza limitare, o evitare addirittura, il fumo e sospendere assolutamente farmaci antinfiammatori nei giorni precedenti.

Ed è importante digiunare dalla mezzanotte del giorno antecedente.

 

Intervento 

Il paziente viene anestetizzato e viene effettuata la liposuzione, effettuando piccole incisioni in prossimità della zona da trattare e inserendo in esse le cannule collegata ad un apparecchio aspirante, che frantumano e succhiano il grasso.

Una volta terminato si applica un bendaggio compressivo. Segue un periodo di riposo, dopo il quale si può tornare a casa, ovviamente accompagnato.

Il chirurgo, inoltre, indica il giusto comportamento da osservare e i farmaci da assumere per una rapida guarigione.

 

Decorso postoperatorio

Come ogni intervento vi è una fase immediatamente successiva abbastanza delicata, dove bisognerebbe stare a riposo e assumere cibi liquidi per circa un giorno. Il gonfiore nella zona oggetto dell’intervento è normale.

Senza particolari complicazioni, è possibile riprendere la vita normale dopo circa una settimana, ricordando che è sconsigliata l’esposizione al sole della zona per almeno 40 giorni.

 

Controindicazioni della liposuzione

 

Le complicazioni possono verificarsi a causa dell’anestesia e a causa dell’intervento.

Nel primo caso, anche se abbastanza rare in persone in buina salute, si assiste a problemi abbastanza gravi, da discutere con l’anestetista.

Nel secondo caso si possono avere situazioni gravi, quali un insufficienza cardio-circolatoria che può portare allo shock, e che si ha per perdita eccessiva di sangue e fluidi nel caso di interventi di grossa portata, a un semplice ematoma.

Infatti nel momento in cui si frantuma il grasso per aspirarlo, si rompono pure i vasi sanguigni e maggiore è l’area di trattare e maggiore è il rischio.

Si tratta di complicazione rare e di solito facilmente fronteggiate durante l’intervento, ma la scelta di un chirurgo capace resta la cosa fondamentale.

 

Fonte: Liposuzione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *