Le diverse tipologie di macchine per lavorazione lamiera

La lamiera è una lastra sottile di metallo; la sua dimensione, il suo spessore e la sua qualità dipende dall’uso a cui verrà destinata.

La lavorazione della lamiera avviene tramite varie modi come: la cesoiatura, il taglio laser, la piegatura, la punzonatura, la saldatura e la calandratura.

Cerchiamo di capire i vari utilizzi di queste lavorazioni e alcuni dei macchinari utilizzati per la lavorazione della lamiera.

 

Le forme della lamiera

 

La lavorazione della lamiera consiste in quattro passaggi: stirata, forata, ondulata e bugnata.

La lamiera stirata è impiegata in strutture esterne ed interne e per pezzi di arredamento.

Questa lamiera è in alluminio e acciaio inox; a sua volta la troviamo con vari tipi di maglia esagonale, a rombi e a quadri.

 

La lamiera stirata è resistente e di lunga durata

 

La lamiera forata è utilizzata in mille modi, molto versatile si presta ad essere impiegata come elemento per pareti esterne ed interne, per mobili e tra i suoi usi anche in pannelli oscuranti.

Questa lamiera,molto resistente e di grande eleganza si presta a tanti livelli di creatività.

La lamiera ondulata è fatta in acciaio zincato; usata per coperture, per pareti e per recinzioni.

Questa lamiera è impiegata nella costruzione anche temporanea di box e la troviamo anche verniciata in tanti colori.

La lamiera bugnata è realizzata tramite la punzonatura di una normale lamiera;così per creare rilievi a forma di rombo e renderla molto resistente.

Questo tipo di lamiera è molto usata nell’edilizia e in mezzi di trasporto.

 

Materiali usati per la lamiera

 

Ci sono tanti tipi di lamiera; oltre a quella in acciaio inox c’è in ottone, in rame, in alluminio e anche in bronzo.

La lamiera in acciaio e in alluminio è quella che troviamo in costruzioni meccaniche ed è utilizzata in molti settori d’industrie.

La lamiera di rame è usata specialmente nella lattoneria e nel settore elettrico ed idraulico.

La lamiera in ottone è quella più usata per oggetti e prodotti di arredamento.

La lamiera in bronzo viene usata in rivestimenti, nei contatti elettrici ed è impiegata nelle industrie chimiche, petrolifere e navali.

 

Lavorazione sulla lamiera

 

Un tipo di lavorazione della lamiera è la cesoiatura; tecnica che permette di eseguire un taglio perfetto e personalizzato alle varie esigenze di richieste.

La cesoiatura è fatta da macchine chiamate Cesoie; si dividono a ghigliottina e a lame circolari.

La cesoia a lama circolare trascina la lamiera tra due dischi per tagliarla con taglio tipo forbice, mentre la cesoia a ghigliottina è quella più usata.

E’ composta da due lame comandate da una centralina idraulica ed eseguono tagli di varie lunghezze e spessore.

Altro macchinario usato nella lavorazione della lamiera è la pressa piegatrice.

E’ una macchina usata per la compressione delle lastre di lamiera e a seconda della dimensione del pezzo viene modificata la pressione e la forza.

macchine lavorazione lamiera viclaQueste piegatrici per lamiera sono molto precise grazie a dei sensori che mandano le informazioni sul pezzo al controllo della pressa e da lì analizzati ed usati per il lavoro.

Altro tipo di macchina è quella per la calandratura della lamiera; ovvero per curvare il pezzo di lamiera.

Sono macchine precise, veloci, con alti livelli di prestazione e con sistema di fermo macchina per avere la sicurezza al 100%.

Questi macchinari hanno due rulli laterali e un rullo superiore che si muove solo in verticale; la lamiera viene messa in orizzontale così che non si muova e non scivoli per maggior sicurezza.

Altra macchina usata per la lavorazione della lamiera è la punzonatrice; questa macchina è automatica e dotata di alta tecnologia, si usa per tagliare e bucare la lamiera con assoluta precisione e velocità.

Utilizza punzoni e motrici per ricavare il taglio e il disegno desiderato nella lamiera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *